L’amministratore di sostegno può prestare il consenso per l’inserimento del “tutelato” in una casa di cura

Anap il : 
22 Ottobre, 2018

Con un decreto emesso nel marzo scorso (28.3.2018) il Giudice Tutelare del Tribunale di Vercelli ha ritenuto ammissibile fra i poteri consentiti all’amministratore di sostegno, quello d’inserimento del beneficiario in un luogo di ricovero e cura, nonostante il dissenso dal medesimo espresso e senza che sia necessaria una pronuncia d’interdizione. La decisione adottata dal Giudice Tutelare ha esaurientemente chiarito le problematiche giuridiche correlate al dissenso del tutelato per una previsione di ricovero in rapporto ai poteri dell’amministratore di sostegno.

Fonte Altalex