Decolla l'Ape social, l'uscita anticipata dal lavoro senza penalità

Decolla l'Ape social, l'uscita anticipata dal lavoro senza penalità

Il premier Gentiloni ha infatti firmato il decreto di attuazione. Potranno andare in pensione anticipata i nati fra il 1951 e il 1953 che abbiano maturato fra i 30 e i 36 anni di contributi a seconda dei casi. L'Ape social riguarda i lavoratori in difficoltà come cassintegrati o disoccupati o chi ha svolto lavori gravosi. L'onere dell'uscita anticipata è a totale carico dello Stato.

I lavoratori che rientrano in queste casistiche potranno andare in pensione con un anticipo massimo di 3 anni e 7 mesi rispetto all'età pensionabile definita dalla legge Fornero, ovvero 66 anni e 7 mesi.