Detrazione spese mediche e sanitarie: dalla legge di bilancio importanti novità circa la tracciabilità

Anap : 
5 Febbraio, 2020

Dal 1° gennaio 2020, a seguito di quanto previsto dalla Legge di Bilancio, potranno essere sottoposte alle detrazioni fiscali del 19%, al netto della franchigia di 129,11 euro, tutte le spese mediche e sanitarie eseguite attraverso mezzi di pagamento tracciabili.

I mezzi tracciabili indicati dalle disposizioni normative sono:

  • bancomat
  • carte di credito
  • carte prepagate
  • bonifici bancari
  • assegni bancari o circolari

Questi mezzi dovranno essere utilizzati ogni qualvolta si affrontino spese mediche o sanitarie presso strutture private non convenzionate con il SSN. In particolare:

  • prestazioni private rese da un medico generico
  • visite del medico specialista
  • spese di degenza
  • spese per trasporto in ambulanza
  • prestazioni rese da psicologi e psicoterapeuti per finalità terapeutiche
  • spese per prestazioni erogate da biologi nutrizionisti
  • prestazioni rese da personale in possesso della qualifica professionale di addetto all'assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all'assistenza diretta della persona
  • spese di assistenza infermieristica e riabilitativa
  • prestazioni specialistiche, comprese perizie medico legali, visite assicurative e di rinnovo patente
  • controlli ordinari sulla salute della persona, visite sportive, di ginnastica di riabilitazione degli arti e del corpo eseguiti presso strutture private e non

Il contribuente potrà comunque utilizzare il contante per le spese mediche effettuate in farmacia per l'acquisto di farmaci o dispositivi o presso le sanitarie o gli ottici in quanto saranno sempre tracciati tramite lo scontrino parlante.
Il contante è anche consentito per l'acquisto di prestazioni, quali visite ed esami diagnostici, rese da strutture pubbliche (ospedali e ambulatori) o private convenzionate con il  SSN.

Photo by Kelly Sikkema on Unsplash