Malattie rare: operative le nuove Reti di riferimento europee (ERNs)

Anap il : 
21 Marzo, 2017
Malattie rare: operative le nuove Reti di riferimento europee (ERNs)

Dal primo marzo 2017 sono operative le nuove reti di riferimento europee (European reference networks-ERNs) dedicate alla diagnosi e alla cura di malattie complesse rare o poco diffuse.

Il Commissario europeo per la salute e la sicurezza alimentare, Vytenis Andriukaitis, ha espresso grande soddisfazione nell’inaugurare queste piattaforme di cooperazione transfrontaliera tra specialisti, uniche e innovative nel loro genere. Esse, infatti, pur non essendo direttamente accessibili ai singoli pazienti, consentono al medico curante di inviare il singolo caso al pertinente membro ERN nel nostro Paese, con il consenso del malato e conformemente alle disposizioni del sistema sanitario.

Queste reti virtuali riuniscono oltre 900 unità di assistenza sanitaria altamente specializzata in 26 paesi, e mettendo così in comunicazione conoscenze e risorse europee di elevato livello, attualmente frammentate. La condivisione delle migliori competenze dell’UE su così vasta scala dovrebbe portare ogni anno benefici a migliaia di pazienti, superando l’attuale frammentazione delle competenze sulle malattie rare.