Prestiti ad usura: un affare, secondo l'Eurispes, da almeno 82 miliardi all'anno

Anap il : 
15 Settembre, 2016
Prestiti ad usura; un affare, secondo l’Eurispes, da almeno 82 miliardi all’anno

37,25 miliardi di euro nel 2015 il capitale prestato ad usura a famiglie e imprese che sommato ad almeno 44,7 miliardi di capitale restituito come interesse arriva ad un business totale annuo di quasi 82 miliardi di euro.

In particolare, la stima per le famiglie è stata calcolata prendendo in considerazione le rilevazioni Eurispes secondo le quali in media negli ultimi due anni circa il 12% (su un totale di 24,6 milioni di famiglie) si è rivolto nel corso a soggetti privati (non parenti o amici) per ottenere un prestito, non potendolo ottenere dal sistema bancario. Si è quindi ipotizzato che il prestito ammonti, in media, a 10.000 euro (richiesti anche in diverse occasioni), per una cifra di 30 miliardi di euro per 3 milioni di nuclei famigliari in difficoltà. Il capitale totale prestato (per famiglie e imprese) si aggirerebbe dunque sui 37,25 miliardi di euro. A questo dato va aggiunto un interesse medio sui prestiti del 10% al mese, ossia del 120% annuo (anche se è noto che generalmente i tassi sono ben più elevati), per un capitale restituito che aggiunge altri 44,7 miliardi di interesse ai 37,25 prestati, per un totale di 81,95 miliardi di euro.

Secondo l’Anap si tratta di un problema di grande rilievo e gravità che richiede oltre, ovviamente, alla repressione, l’esigenza della prevenzione e di un approccio culturale. Ma, in particolare, forme più flessibili e personalizzate di accesso al credito da parte degli Istituti a ciò preposti che consentano, nei momenti di difficoltà, alle famiglie di sottrarsi al capestro degli usurai.