Acido Acetilsalicilico

L’acido acetilsalicilico (ASA) è il capostipite dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) ed è un farmaco dotato di spiccata attività analgesica, antinfiammatoria, antipiretica ed antireumatica. Il principio attivo è presente nella corteccia del salice, nota fin dall’antica Grecia per le sue proprietà febbrifughe e lenitive.

Come per gli altri FANS il meccanismo d’azione è principalmente riconducibile all’inibizione della sintesi delle prostaglandine, dei mediatori della flogosi e della permeabilità delle membrane cellulari. L’acido acetilsalicilico in particolare è dotato di spiccata attività antiaggregante piastrinica, che ne giustifica l’utilizzo nella terapia e prevenzione di numerose malattie cardiovascolari. Negli ultimi anni si è sempre più evidenziato il ruolo di questa molecola nella prevenzione del cancro. Le principali indicazioni all’uso dell’acido acetilsalicilico sono le seguenti:

  • Sindromi dolorose di lieve e media entità: cefalea, nevralgie, emicrania, dolori muscolari e articolari, dolori mestruali.
  • Trattamento si tomatico degli stati febbrili, delle forme influenzali e delle malattie da raffreddamento.

Altre indicazioni: Reumatismi cronici - Artrite reumatoide - Malattia reumatica.

Avvertenze: Il farmaco va assunto a stomaco pieno. Per l’utilizzo in bambini al di sotto dei dodico anni consultare il medico. Controindicazioni assolute all’utilizzo dell’Acido Acetilsalicilico:

  • Ipersensibilità accertata verso il principio chimico o altri FANS.
  • Malattie emorragiche.
  • Gastropatie.
  • Asma.
  • Deficit di Glucosio-6-fosfato-Deidrogenasi.
  • Insufficienza renale.
  • Ultimo trimestre di gravidanza (nei primi sei mesi utilizzare solo dietro parere medico ed in caso di assoluta necessità, valutando il rapporto rischio-beneficio del trattamento).
Tag: