Cosa devo fare in materia di vaccinazioni?

COSA: sono interventi sanitari diretti a prevenire pericolose malattie.

Si distinguono in :

  1. Obbligatorie, in quanto imposta da una norma di legge:
    per i bambini: Anti-difterica, anti-tetanica, anti.poliomelitica, anti.epatite B
    per gli adulti: Anti-tetanica, anti-tifica, anti-tubercolare, anti-meningococcica, anti-tifica, anti-diftotetanica, anti-morbillo, parotite, rosolia.
  2. Facoltativa - raccomandata, in quanto considerata solo clinicamente opportuna ma senza vincolo di legge:
    per i bambini: pertosse, morbillo, parotite, rosolia, fome inasive da Haemophilus influenzale b(Hib)
    per gli adulti: anti-epatite virale B, anti-influenzale, anti-tifica, anti-epatire virale A e B,
    anti-poliomelitica, anti-tetanica, anti-rabbica, anti-malarica.

E’ importante segnalare che dal punto di vista della salute del bambino non c’è nessuna differenza tra facoltative e obbligatorie.

COME: le vaccinazioni obbligatorie sono erogate gratuitamente dalle strutture della propria Azienda Sanitaria.Quelle facoltative secondo indicazioni regionali normalmente sono gestite dai Servizi vaccinali delle ASL in collaborazione con il pediatra di libera scelta. Per l’età pediatrica sono “gestite” dal proprio Pediatra di Libera Scelta, per le altre variano dal Servizio Igiene pubblica al Distretto, al proprio medico di medicina generale: le indicazioni al riguardo sono date dalla stessa A.S.L..

QUANDO: sono stabiliti tempi precisi per le vaccinazioni per l’età evolutiva; per l’età adulta sono  legate allo “status” o all’evento. Per il vaccino-antinfluenzale - raccomandato alle persone sopra i 65 anni e a quelle affette da malattie croniche - il periodo (autunnale) viene pubblicizzato dalla A.S.L..

Tag: