L’affitto si può pagare in contanti

Giovedì, 27 Marzo, 2014
L’affitto si può pagare in contanti

Si potrà pagare l’affitto in contanti. Il Dipartimento del Tesoro con una sua nota ha chiarito che l’affitto si può pagare in contanti per somme al di sotto dei mille euro, facendo così chiarezza rispetto a quanto stabilito dalla Legge di Stabilità sulla tracciabilità degli affitti a partire dal 2014. Inoltre è stato precisato che è comunque necessario tenere tracciabilità delle transazioni attraverso la conservazione di una prova documentale idonea (in pratica la ricevuta) a dimostrazione dell'avvenuto pagamento in contanti del canone di locazione. Questo anche “ai fini dell’asseverazione dei patti contrattuali, necessaria all'ottenimento delle agevolazioni e detrazioni fiscali previste dalla legge a vantaggio delle parti contraenti”.

Nessuna multa è prevista dalla normativa antiriciclaggio a chi ha incassato canoni di locazione abitativa in contanti al di sotto dei 1.000 euro. Le sanzioni, infatti, si applicheranno solo per chi trasferisce somme di denaro al di sopra dei mille euro senza utilizzare strumenti di pagamento tracciabili. La sanzione amministrativa prevista dalla norma antiriciclaggio va dall’1% al 40% del canone.