Ai pensionati niente bonus di 80 euro

Il Presidente Palazzi: "Il Governo ci ripensi, così si allarga la no tax area"

Roma, 9 ottobre 2014: “Non se ne parla più ma il silenzio, in questo caso, non è d’oro, anzi. Indica che ai pensionati con redditi da fame non verrà esteso il beneficio previsto per i lavoratori dipendenti, i famosi 80 euro di Renzi”. È quanto dichiara Giampaolo Palazzi, Presidente dell’Anap, in relazione alle indiscrezioni trapelate a proposito dei contenuti della Legge di stabilità 2015. “E tutto questo – prosegue Palazzi – passa sotto silenzio, anche da parte dei mass media. Non ci si vuol rendere conto che limitare l’intervento ai soli lavoratori dipendenti è una misura ingiusta e non in linea con gli obiettivi di sostegno sociale e rilancio dei consumi. Peraltro, così si allarga ulteriormente la forbice tra lavoratori e pensionati sulla quota di reddito esentata da tassazione, la cosiddetta no tax area”.

“Non va neppure dimenticato – aggiunge il Presidente Anap – che le previsioni di lungo periodo della Ragioneria generale dello Stato, anche se non nascondono le criticità legate all’invecchiamento della popolazione e all’insufficienza futura del solo pilastro pubblico, evidenziano la sostenibilità della spesa pensionistica dal punto di vista dei saldi della finanza pubblica. Non è ancora troppo tardi per un ripensamento da parte del Governo. Ma se ciò non dovesse avvenire, – conclude Palazzi – mi auguro che sia il Parlamento a intervenire per dare dignità di vita ai pensionati più disagiati”.