Alimentazione e terza età

il mondo degli anziani

Il decalogo:

- meno attività, meno calorie (modificare le porzioni di cibo in rapporto all’attività fisica  per  mantenere costante il peso);

- mangiare poco e di tutto assicurando la varietà nella scelta dei cibi e  masticare bene per digerire meglio;

- fare pasti frequenti (non meno di tre possibilmente cinque);

- cercare una cucina semplice e basata sulla dieta mediterranea (molta frutta e verdura, pane, pasta, olio, pesce, poca carne e pochi formaggi);

- salare sempre i cibi con moderazione ed eventualmente usare sale iposodico iodato;

- assumere ogni giorno molta fibra (presente nella verdura e nei prodotti integrali);

- non eccedere con i dolci e lo zucchero;

- assumere molta frutta e verdura sia per il loro contenuto in fibra sia per la loro ricchezza in vitamine e sali minerali;

- alcolici: si per il vino rosso in quantità moderate (1 bicchiere) durante i pasti;

- no ad alimentazioni eccessivamente povere: una tazza di latte o una minestrina non assicurano un sufficiente apporto di energia.