Gazzetta di Parma

Artoni, 56 anni di lavoro non frenano l'entusiasmo

Artoni, 56 anni di lavoro non frenano l'entusiasmo

L'Associazione nazionale anziani pensionati di Confartigianto (ANAP) ha istituito l'Albo dei Maestri d'Opera e di Esperienza, ambito riconoscimento per chi ha dedicato la propria vita con passione e dedizione all'artigianato.
Agli iscritti all'Albo viene chiesta la disponibilità a partecipare a iniziative negli istituti scolastici per diffondere fra i giovani i valori dell'artigianato, ad assumere il ruolo di tutor a fianco dei giovani che intendono avviare un'attività artigiana, e prendere parte a progetti del sistema Confartigianato all'estero (ad esempio trasmettere la propria esperienza nella scuola di mestieri in Etiopia, dove è stata realizzata una scuola di idraulica, falegnameria, carrozzeria, meccanica e lavorazione metalli e in Palestina).
Nei giorni scorsi a Roma sono stati premiati con medaglia d'argento i Maestri d'Opera e di Esperienza che hanno raggiunto i 25 anni di attività, e con medagli d'oro coloro che li hanno superati e anche Parma è stata protagonista. Il cavalier Ormisdo Artoni, dell'azienda Ormisde Artoni di Artoni Ormisdo Snc (impienti condizionamento e riscaldamento) è stato premiato con la medaglia d'oro per aver superato 25 anni di attività nel settore artigiano.
Stesso riconoscimento è stato ricevuto anche da altri parmigiani: Giovanni Alfieri (carrozziere ora in pensione) ed Eros Gualerzi (odontotecnico, presidente provinciale di Anap), Vaifro Mussi (disinfestatore), Osvaldo Righi (coltelleria Ri-Artoni) ha raggiunto i 56 anni di attività, ed è uno fra i pochi a livello nazionale ad aver superato il traguardo dei 50 anni e a essere tuttora in attività.
Come si fa a rimanere sul mercato con successo per così tanti anni? "Gli ingredienti principali sono tre: continuo rinnovamento, una sana ambizione e aver saputo trasmetter a figli e nipoti della passione per questo lavoro - spiega Artoni -. Ho cercato sempre di innovare per anticipare le richieste del mercato e di proporre per primo sul nostro territorio prodotti e servizi che le aziende dovevano ricercare altrove. Una sana ambizione mi ha spinto verso la ricerca di un continuo miglioramento e perfezionamento". Non solo. "Alle generazioni successive - prosegue Artoni - ho trasmesso passione e competenza che ha permesso loro di superarmi e di fare impianti che non avrei mai pensato di realizzare".

E sull'iniziativa di Anap che premia il lavoro di una vita dice: "E' importante trasmettere ai giovani i valori dell'artigianato. I mestieri potrebbero essere una grande opportunità professionale, a maggior ragione in un momento come l'attuale che vede tanti giovani in cerca di un lavoro". A questo proposito Artoni cita la sua esperienza. "Negli ultimi dieci anni ho avuto enorme difficoltà a trovare un apprendista idraulico. Molte aziende si appoggiano a squadre di artigiani di altri paesi, perchè i nostri ragazzi non prendono nemmeno in esame questa possibilità. Se i Maestri d'Opera e di Esperienza mediante gli incontri nelle scuole riuscissero ad avvicinare i giovani all'artigianato riuscirebbero a colmare questo vuoto e a dare loro l'opportunità di trovare un lavoro sicuramente impegnativo ma molto ricco di soddisfazioni, non solo personali e professionali, ma anche economiche".
Un'ultima riflessione: "Il lavoro artigiano richiede tanta dedizione e impegno - sottolinea Artoni -. Quando si vede prendere forma il risultato di impegno e fatiche la soddisfazione è grande e riempie di emozione. I mestieri artigiani permettono inoltre di esprimere la propria creatività, di crescere e migliorarsi sempre. Pochi altri lavori consentono di realizzare tutto questo".

Allegati: 
Data articolo: 
Giovedì, 28 Marzo, 2013