Germania, aumentano le assunzioni tra i lavoratori ultrasessantenni – soprattutto nell’artigianato

Lunedì, 3 Giugno, 2013
Germania, aumentano le assunzioni tra i lavoratori ultrasessantenni – soprattutto nell’artigianato

Secondo recenti dati dell’Agenzia federale del Lavoro della Germania a settembre 2012 erano 1,484 milioni le persone al lavoro di età compresa tra i 60 e i 65 anni, con un aumento del 12,3% rispetto all’anno precedente. In totale il numero dei tedeschi con un’occupazione stabile è cresciuto dell’1,5% raggiungendo quota 29,4 milioni. Ancora più impressionante il balzo in avanti compiuto dall’occupazione di ultrasessantenni negli ultimi 5 anni, con un aumento di 667mila addetti e un incremento dell’81,7%.

All’Agenzia federale fanno rilevare che lo sviluppo dell’occupazione di personale sopra i 60 anni “dimostra in modo impressionante che nelle aziende c’è una richiesta mai vista prima di lavoratori anziani specializzati”. In nessun altro Paese europeo, ad eccezione della Svezia, gli anziani sopra i 60 anni sono così bene integrati nel mercato del lavoro come in Germania.  Anche il Presidente dell’Associazione artigiani di questo Paese, Otto Kentzler, ha sottolineato come “proprio nell’artigianato le imprese necessitano dell’esperienza dei lavoratori più anziani”.