Germi resistenti agli antibiotici

Urgente, grave, preoccupante: nell’ordine sono i tre livelli di rischio previsti dalla nuova classificazione dei batteri resistenti agli antibiotici, introdotta dai Centers for disease control and prevention (Cdc) americani. Questa è una nuova problematica per il mondo occidentale in quanto da tempo non sono state commercializzate nuove famiglie di questi farmaci Alcuni germi sono particolarmente pericolosi. Per esempio Klebsiella pneumoniae e Acinetobacter baumannii sono batteri gram negativi che provocano un’infezione diffusa a tutto l’organismo (sepsi o setticemia) per la quale al momento non sono disponibili antibiotici efficaci.