Il nuovo programma europeo "Salute per la crescita 2014-2020"

Giovedì, 27 Marzo, 2014
Il nuovo programma europeo "Salute per la crescita 2014-2020"

E’ stato varato dall'Unione Europea il terzo programma d'azione in materia di salute (2014-2020) volto a promuovere la salute in Europa, incoraggiando la cooperazione tra gli Stati membri per migliorare la politiche sanitarie a beneficio dei cittadini.

Il programma opera di concerto con gli Stati membri e li sostiene al fine di:

  • intraprendere le riforme necessarie per sistemi sanitari innovativi e sostenibili;
  • migliorare l'accesso ad un'assistenza sanitaria migliore e più sicura per i cittadini;
  • promuovere la salute dei cittadini europei e prevenire le malattie;
  • proteggere i cittadini europei dalle minacce transfrontaliere.


Obiettivo n. 1: contribuire a sistemi sanitari innovativi e sostenibili

La Commissione europea deve operare di concerto con gli Stati membri per affrontare la carenza di risorse umane e finanziarie. Deve inoltre agevolare l'adozione da parte loro delle innovazioni nell'assistenza sanitaria, ad esempio in materia di sanità elettronica, e a condividere le loro competenze in tale settore. Il programma sostiene inoltre il partenariato europeo per l'innovazione a favore dell'invecchiamento attivo e in buona salute.

Obiettivo n. 2: migliorare l'accesso a cure sanitarie migliori e più sicure per i cittadini

La Commissione propone di fornire accreditamento alle reti europee di riferimento, permettendo ad esempio di sostenere le iniziative sulle malattie rare. Sarebbe opportuno sviluppare orientamenti europei in materia di sicurezza dei pazienti e di uso di agenti antimicrobici.

Obiettivo n. 3: promuovere la buona salute e prevenire le malattie

Gli Stati membri sono invitati a scambiare le loro migliori pratiche in materia di prevenzione del tabagismo, di abuso di alcol e di obesità. Occorre inoltre prevedere azioni specifiche per sostenere la prevenzione delle malattie croniche, compreso il cancro.

Obiettivo n. 4: proteggere i cittadini dalle minacce sanitarie transfrontaliere

La Commissione ritiene che sia necessario migliorare il livello di preparazione e le capacità di coordinamento in caso di gravi minacce transfrontaliere.