Il rapporto dell'Oms sulle cure primarie. L’Italia tra le prime d’Europa

Lunedì, 27 Aprile, 2015
Il rapporto dell'Oms sulle cure primarie. L’Italia tra le prime d’Europa

Secondo quanto emerge dal Rapporto ‘Building primary care in a changing Europe’ ed editato dall'Oms Europa, il nostro Paese appartiene ad un gruppo (9 Nazioni) dove esiste un esteso sistema di Cure Primarie e nei quali si investe di più per assicurare un buon sistema di cure. In tale ambito il Regno Unito risulta al primo posto, mentre la Bulgaria e Cipro sono in fondo alla graduatoria.

Il rapporto, pone anche in evidenza come non vi sia relazione fra il PIL e le condizioni economiche globali per assicurare buone Cure Primarie in quanto le scelte politiche, ed i meccanismi finanziari conseguenti, risultano abbastanza ininfluenti, rispetto alle risorse complessive disponibili.
I Paesi con una forte Assistenza Primaria sono: Danimarca, Finlandia, Italia, Portogallo, Romania, Slovenia, Spagna e Regno Unito. Quelli più deboli: Bulgaria, Cipro, Repubblica Ceca, Grecia, Islanda, Lussemburgo, Polonia e Slovacchia.

Il Report prosegue indicando il reddito dei Sanitari assimilabili ai Medici di Medicina Generale ed emerge un notevole divario, fra il reddito di questi ed i Medici Specialisti con l'eccezione di Cipro, Repubblica Ceca, Ungheria, Irlanda, Portogallo, Spagna e Regno Unito, dove invece sono quasi paragonabili.

In tutti gli altri Paesi, il reddito dei Medici di Medicina Generale è di solito molto inferiore a quello dei Medici Specialisti. Comunque sia in tutti i 31 Paesi presi in esame, i Medici guadagnano molto di più sia degli Infermieri sia degli altri professionisti sanitari.

In media, ci sono 68 medici ogni 100.000 abitanti in Europa, tuttavia le variazioni di numero risultano abbastanza significative.

Ed ecco alcuni punti cardine:

I medici. Gli unici professionisti delle cure primarie che sono stati trovati in ciascuno dei 31 paesi inclusi in questo studio, sono i medici di famiglia. In media ci sono 68 medici ogni 100.000 abitanti in Europa, anche se vi sono grandi differenze tra i vari stati. Per esempio il contrasto tra paesi vicini come Belgio e Paesi Bassi è molto grande. Nei Paesi Bassi, il numero di medici per 100.000 abitanti  di 47, mentre ce ne sono 115 ogni 100.000 in Belgio. Anche i dentisti appartengono alle cure primarie, nella maggior parte (27) Paesi.

Gli orari dei medici. Le ore di lavoro dei medici di medicina generale in tutta Europa, escluse le eventuali ore di guardia o apertura, variano da 35 ore settimanali in Ungheria a 100 ore alla settimana nelle zone rurali in Austria. La media è di 44 ore a settimana. Queste ore includono sia la cura diretta del paziente e le altre attività.

La dimensione media della popolazione servita da un Mmg è 1.687 pazienti. I Mmg che hanno il più elevato numero di pazienti sono Turchia (3687), Malta (2500), i Paesi Bassi (2322) e la Slovacchia (2163). Quelli con il minor numero: Lussemburgo (500), il Belgio (718), la Francia (800), l'Italia (1094) e la Norvegia (1219).

Dal lato delle professioni. Abbastanza comune nei sistemi di cure primarie è anche la presenza degli infermieri. Tuttavia, gli infermieri possono avere ruoli molto diversi a seconda dei sistemi. Si va dai compiti di cura specifici, per esempio con i pazienti cronici o per attività di supporto più generali. Poco diffusi gli infermieri specializzati e gli infermieri domiciliari sono meno diffusi.