Isee – Rapporto 2012 e schema di DPCM relativo al nuovo Indicatore

Mercoledì, 6 Febbraio, 2013
Isee – Rapporto 2012 e schema di DPCM relativo al nuovo Indicatore

Sul sito del Ministero del Lavoro è’ disponibile la quinta edizione del Rapporto ISEE, Indicatore della Situazione Economica Equivalente, lo strumento di misurazione della condizione economica delle famiglie per l’accesso alle prestazioni sociali. La struttura del Rapporto è quella consolidata negli anni, di analisi della popolazione ISEE, ovvero quell’insieme variegato di nuclei familiari che accedono a politiche sociali agevolate (dalla tariffazione per gli asili nido o le mense scolastiche alla social card o misure locali di sostegno economico, ecc.). Si tratta di quasi un terzo della popolazione italiana. Come già nella passata edizione, sono presentate in appendice le principali statistiche con dettaglio provinciale.

Nel corso del 2012 – fa presente il Ministero-  avrebbe dovuto aver luogo una complessiva riforma del sistema, che non ha potuto perfezionarsi perché prima la Corte Costituzionale ha richiesto che la riforma fosse oggetto di intesa in Conferenza Unificata e poi l’intesa non è stata registrata nella seduta del 24 gennaio scorso, causa opposizione della Regione Lombardia. Per permettere l’ulteriore corso del provvedimento, il Consiglio dei Ministri deve deliberare in luogo della mancata intesa. Approssimandosi la scadenza elettorale ed essendo comunque necessario un ulteriore parere delle Commissioni parlamentari competenti ai fini dell’adozione, la riforma difficilmente potrà vedere la luce nel corso di questa legislatura.

In tale contesto e per dar conto comunque del percorso compiuto, il Rapporto è preceduto dallo schema di DPCM, che costituisce la proposta del Ministero inviata per i prescritti  pareri, accompagnato dalla relazione illustrativa. L’obiettivo di questa pubblicazione –chiarisce il Ministero-  è solo quello di fornire una occasione di riflessione pubblica comunque utile alle scelte che il Governo (attuale o futuro) vorrà intraprendere.