L’assegno sociale

Previdenza

L’assegno sociale è una prestazione di natura assistenziale riservata ai cittadini italiani e agli equiparati che hanno 65 anni di età, risiedono stabilmente in Italia e che hanno redditi inferiori ai limiti previsti dalla legge. Dal 1° gennaio 1996 l’assegno sociale ha sostituito la pensione sociale, che continua comunque ad essere erogata a coloro che, avendone i requisiti, ne hanno fatto domanda entro il 31 dicembre 1995

 
I requisiti per ottenere l’assegno sociale
 
Un cittadino italiano, o equiparato, può fare domanda di assegno sociale quando non percepisce alcun reddito o ne percepisce uno inferiore all’importo corrente dell’assegno sociale, ha raggiunto i 65 anni di età e risiede abitualmente in Italia.
Sono equiparati ai cittadini italiani: gli abitanti di San Marino, i rifugiati politici, i cittadini di uno Stato dell’Unione europea residenti in Italia e i cittadini extracomunitari in possesso di carta di soggiorno.
La residenza abituale in Italia è un requisito fondamentale tanto che, se il titolare di assegno sociale trasferisce all’estero la propria residenza, ne perde il diritto.
L’assegno sociale è una prestazione che non spetta ai superstiti.
 
I cittadini extracomunitari sprovvisti di carta di soggiorno, ma in possesso di tutti i requisiti previsti dalla legge, hanno diritto all’assegno sociale per il periodo intercorrente tra la data di presentazione della domanda e il 31 dicembre 2000. Oltre tale data mantengono il diritto all’assegno sociale soltanto i cittadini extracomunitari che nel frattempo sono diventati titolari di carta di soggiorno.
    
Redditi considerati ai fini della determinazione del diritto all’assegno sociale:
 
Tutti i redditi assoggettati all’IRPEF al netto dell’imposizione fiscale e contributiva nonché quelli esenti da imposta.
Non si computano invece i redditi: della casa di abitazione, dei trattamenti di fine rapporto, delle competenze arretrate, dei trattamenti di famiglia, delle indennità di accompagnamento di ogni tipo, della indennità di comunicazione per i sordomuti.

* Per richiedere ulteriori informazioni visita il sito del Patronato Inapa