L’ottimismo aiuta il cuore

Uno studio condotto dall’Università dell’Illinois su 5100 persone ha preso in considerazione oltre a parametri “classici” come la glicemia, la propensione al fumo, la pressione arteriosa ed i livelli di colesterolo,  anche un sondaggio sullo stato dell’umore ed i livelli di ottimismo. Dai dati si è potuto estrapolare che le persone che si dichiaravano fortemente ottimiste avevano dal 50% al 76% di probabilità in più rispetto alla media di collocarsi ai livelli più elevati di stato di salute cardiovascolare.