Nuove cure per il morbo di Crohn e rettocolite ulcerosa

L'interleuchina (Il)-33 Avrà in futuro un ruolo molto importante nel trattamento del Morbo di Crohn e della rettocolite ulcerosa. Infatti recenti studi attestano che la molecola favorisce la riparazione delle pareti intestinali danneggiate dalla malattia mediante l'attivazione di altre sostanze ad azione riparativa, i microRna (mRna). In via sperimentale su cellule intestinali umane si è visto che Il-33 può guarire la parete intestinale, suggerendo nuove soluzioni terapeutiche. L'importante scoperta, pubblicata sulla prestigiosa rivista "Pnas" dell'Accademia americana delle Scienze, è il risultato di uno studio condotto dal team coordinato da Antonio Gasbarrini, direttore Area Gastroenterologia ed Oncologia medica della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Irccs - Università Cattolica di Roma.