Scoperta la causa dell’Alzheimer

Uno studio della ricercatrice statunitense Carol Colton pubblicata sul Journal of Neuroscience sembra aver fugato ogni dubbio sui fenomeni alla base della malattia di Alzheimer.

Lo studio effettuato da una equipe della Duke University di Durham, su modello animale, ha dimostrato in maniera incontrovertibile che alla base dello sviluppo del morbo sia implicata l’anomala distruzione dell’aminoacido Arginina da parte delle cellule del sistema immunitario presenti nel cervello (Microglia) che presentano una attività anormale.

Il blocco di tale processo (già sperimentato sull’animale con il farmaco sperimentale DFMO), porterebbe ad un enorme passo avanti nella possibilità di rendere l’Alzheimer una malattia curabile.