Tonsillite

La tonsillite rappresenta una delle più comuni affezioni delle prime vie respiratorie.
Se ne distinguono due forme principali:
 

  1. Tonsillite catarrale: spesso associata a faringite (faringo-tonsillite catarrale) rinite e irritazione dell’albero bronchiale, riconosce per lo più un’eziologia virale (rhinovirus, virus influenzali e parainfluenzali, coxsackievirus, virus sinciziale). Si presenta con febbre, cefalea, dolore spontaneo o alla deglutizione, tosse irritativa). Il trattamento è sintomatico (antinfiammatori, fluidificanti) e la terapia antibatterica è richiesta solo nel caso si sospetti una sovrainfezione.
     
  2. Tonsillite acuta (purulenta o streptococcica). Insorgenza brusca con febbre elevata (vedi www.febbre.it), cefalea,malessere generale, vomito.Arrossamento ed aumento di volume delle tonsille che appaiono puntecchiate o ricoperte di essudato biancastro.

Nel caso sia associata a faringite (faringotonsillite acuta) è presente dolore spontaneo o alla deglutizione. L’eziologia è batterica ed il germe più frequentemente è lo Streptococco beta-emolitico di gruppo A. E’ necessaria terapia antibatterica, possibilmente dopo l’esecuzione di un tampone tonsillare per perfezionare ladiagnosi ed identificare eventuali resistenze ai farmaci utilizzati.