Tumori - Il Ministro Lorenzin: siamo passati dalla sopravvivenza alla guarigione

Martedì, 24 Marzo, 2015
Tumori - Il Ministro Lorenzin: siamo passati dalla sopravvivenza alla guarigione

Il messaggio da dare è innanzitutto di concretezza e speranza, scientificamente siamo passati dalla sopravvivenza alla guarigione”. Lo ha detto il Ministro della salute Beatrice Lorenzin nella Conferenza stampa di presentazione dei risultati dello studio "I tumori in Italia - Rapporto 2014. Prevalenza e guarigione da tumore in Italia" condotto dall'Associazione Italiana Registri Tumori - AIRTUM, che si è tenuta a Roma il 9 marzo.

I tumori stanno aumentando e mutando nella loro aggressività - ha spiegato Beatrice Lorenzin - ma il malato è una persona e la malattia è una fase transitoria. Una volta guariti si deve tornare ad una vita normale. Quaranta anni fa il cancro veniva chiamato brutto male, faceva tanta paura che non veniva chiamato col suo nome. Dal tumore oggi si guarisce, una persona su quattro guarisce.”

Poi il Ministro ha sottolineato l'importanza di maggior attenzione e risorse per la prevenzione e la diagnosi precoce: “la prevenzione deve diventare un "mantra". Bisogna spostare l'attenzione per far sì che le persone che si ammalano siano sempre meno. E rispettare gli screening sia per le donne che per gli uomini, che sono più restii. Le istituzioni locali devono fare piani di screening, devono invitare e cercare la persona per fare gli screening”.

I risultati principali del Rapporto AIRTUM 2014, mostrano che il numero degli italiani con una diagnosi di tumore, recente o passata, continua a crescere: erano 2.600.000 nel 2010 e sono 3 milioni nel 2015. Ma di questi 3milioni, 1 persona su 4 può considerarsi "già guarita" perché è tornata ad avere la stessa aspettativa di vita della popolazione generale, cioè di chi non ha mai avuto una diagnosi di tumore.

Le persone con una diagnosi di tumore da oltre 5 anni (lungo sopravviventi), erano il 60% del totale dei pazienti, pari a oltre un milione e mezzo di persone, il 2,7% della popolazione italiana. I pazienti con un'attesa di vita simile a quella delle persone non affette da tumore, che definiamo già guariti, erano 704.648, pari al 27% di tutti i pazienti e all'1,2% degli italiani.