Movimento Donne Impresa e Anap. Uomini e Donne, diversi nelle malattie

Lunedì, 19 Febbraio, 2018
Movimento Donne Impresa e Anap

Una platea attenta e interessata, composta in larga parte da associati Anap, ha partecipato recentemente alla conferenza  dedicata alla “salute artigiana” organizzata a Trento dal Movimento Donne Impresa, in collaborazione con Anap.

All'inizio dei lavori il Presidente dell'Associazione artigiani, anch'egli socio Anap, ha spiegato il motivo essenziale per cui l'Associazione dedica tempo e risorse alla salute degli artigiani e più in generale al benessere delle persone. Egli ha ricordato ai presenti come i tre Enti che operano in seno all'Associazione, Patronato Inapa, Mutua artieri e Anap costituiscano un ottimo punto di riferimento per tutti coloro che hanno bisogno di aiuto in campo previdenziale, sanitario e più in generale di tutelare i loro diritti di cittadini.

La serata coordinata dalla Presidente del Movimento Donne, ha visto gli interventi dell'Assessore Provinciale alla salute e politiche sociali, dell'assessore provinciale alla università e ricerca e di una componente della Commissione provinciale  pari opportunità. E' stato ricordato come finalmente anche la legge preveda la diffusione della medicina di genere all'interno del sistema sanitario nazionale, al fine di garantire migliori cure, diagnosi e terapie specifiche per uomini e per donne.

Molto seguita la relazione del dottor Maurizio Del Greco, Primario di cardiologia dell'Ospedale di Rovereto, che ha illustrato l'importanza di una cardiologia specifica e diversa per donne e per uomini. Il relatore ha, tra l'altro, messo in evidenza, come anche le cause dell'infarto e i sintomi possono essere diversi tra uomo e donna. Purtroppo , contrariamente a quanto si pensa, le donne colpite da infarto sono più degli uomini, e la maggior parte delle sperimentazioni dei farmaci sono state eseguite fino ad oggi su uomini.

Hanno fatto seguito numerose domande e risposte, che sono proseguite fino ad ora tarda durante il brindisi finale.

 

 di Claudio Cocco