L'utilizzo della Vitamina E nei malati di Alzheimer

Uno studio condotto da un gruppo di 33 ricercatore di 26 istituti di ricerca americani guidati da  Maurice Dydken del Del Minneapois VA Healt Care System esaminando la risposta all'assunzione di vitamina E da parte di un gruppo di 613 pazienti affetti da una forma lieve o moderata del morbo di Alheimer ha dimostrato che l’assunzione di Vitamina E è in grado di ridurre il declino funzionale del 19% l'anno, che si traduce in 6,2 mesi di beneficio rispetto al trattamento con placeboLostudio, pubblicato su Jama (il prestigioso orrgano di stampa dell’American Medical Association), ha confermato che questa vitamina, poco costosa e facilmente reperibile, potrebbe rappresentare un valido aiuto per i malati di Alzheimer.