Osservatorio

Osservatorio

L’Osservatorio ANAP

L’Osservatorio della Terza Età dell’ANAP è uno strumento flessibile e valido scientificamente per “leggere” la realtà della terza età, capirne i bisogni e le tendenze e offrire possibili percorsi di soluzione alle problematiche e ai bisogni emersi.

Della terza età si è cercato di rilevare soprattutto lo stato di salute inteso come valutazione che gli stessi anziani danno al proprio tempo di vita e come valutazione del mondo che li circonda, dalla pubblica amministrazione al medico di medicina generale.

La metodologia usata per raggiungere gli obiettivi prefissati ha previsto l’uso di strumenti quali la rilevazione attraverso questionari sottoposti con frequenza annuale a centinaia di cittadini.
L’elaborazione dei dati emersi consente l’analisi dello “stato dell’arte” del mondo della terza età, il rapporto con la realtà che la circonda e le esigenze emergenti.
 

Obiettivi e metodologia

L’Osservatorio è stato pensato come uno strumento flessibile e valido scientificamente per “leggere” la realtà della terza età, capirne bisogni e tendenze e offrire possibili percorsi di soluzione alle problematiche e ai bisogni emersi. La metodologia usata per raggiungere gli obiettivi prefissati ha previsto l’uso di strumenti quali la rilevazione attraverso questionari sottoposti con frequenza annuale a centinaia di cittadini. L’elaborazione dei dati emersi consente l’analisi dello “stato dell’arte” del mondo della terza età, il rapporto con la realtà che la circonda e le esigenze emergenti.

L’Osservatorio si propone di raccogliere dati-bisogni del mondo della terza età per poter orientare scelte che favoriscano una risposta ai bisogni emersi.

I suoi obiettivi sono così sisntetizzabili:

  • conoscere in modo scientifico ed organizzato i bisogni degli anziani
  • disporre di indicatori particolarmente affidabili sia per “leggere” la realtà degli anziani sia per orientare scelte dirette a tutelare e a promuovere una attiva partecipazione degli anziani stessi alla vita sociale
  • favorire relazioni con altre istituzioni (Università, enti pubblici, organismi….) per configurare iniziative di eccellenza idonee a dare concrete risposte in termini di servizi ai bisogni degli anziani
  • individuare aree di maggiore problematicità per orientare precise scelte e per verificare in modo sistematico nel tempo la validità delle scelte stesse
  • afforzare il rapporto fiduciario tra anziani-pensionati e l’ANAP impegnata a dare ai propri associati e a quelli potenziali risposte che nascono da un confronto diretto e concreto con i bisogni manifestati e secondo le priorità poste

Gli strumenti utilizzati per il raggiungimento di tali finalità consistono in:

  • questionario suddiviso in sezioni, anonimo ma particolarmente analitico nelle “fonti” informative in modo da garantire da un lato massimo valore alle risposte per una analitica lettura e dall’altra riservatezza tale da assicurare sincerità di risposta 
  • data-base di elaborazione dei questionari per “classificare” le risposte e per poter così fornire dati interessanti per capire alcuni importanti fenomeni ed operare conseguenti scelte
  • osservatorio 3^ età a due livelli:
    • come laboratorio ANAP per raccogliere, analizzare, classificare dati, porre valutazioni e fare scelte;
    • come informazione ai soci e alle istituzioni e al “mondo esterno” in genere attraverso il portale  ANAP, gli sportelli Confartigianato-ANAP su tutto il territorio nazionale, pubblicazioni, convegni, collegamento ad altri osservatori
  •  “sezione osservatorio” sulla medicina predittiva del morbo Alzheimer in convenzione (già stipulata) con la Facoltà di Scienze dell’invecchiamento dell’Università “la Sapienza” di Roma
  • periodica diffusione di questionari per monitorare dati e per effettuare interviste spot su casi particolari ritenuti interessanti sulla 3ª età.