Livelli essenziali di assistenza: il monitoraggio 2010

Mercoledì, 24 Ottobre, 2012
Livelli essenziali di assistenza: il monitoraggio 2010

Il monitoraggio dei livelli essenziali di assistenza (LEA) consente di conoscere e cogliere nell’insieme le diversità ed il disomogeneo grado di erogazione dei livelli di assistenza fra le realtà territoriali italiane. Nel 2010 si osserva, infatti, un’importante variabilità del mantenimento nell’erogazione dei LEA tra le Regioni meridionali e quelle centro settentrionali ed in alcuni casi anche all’interno della stessa Regione.

E’ quanto risulta dai dati raccolti nel documento "Adempimento mantenimento dell’erogazione dei LEA - anno 2010” (consultabile sul sito del Ministero della Salute) a cura dell’Ufficio VI della Direzione generale della programmazione sanitaria del Ministero della Salute. Nella Relazione si illustrano gli indicatori utilizzati, la metodologia di valutazione complessiva e sintetica dell’insieme degli indicatori e i risultati ottenuti dalle Regioni sottoposte alla “Verifica degli adempimenti LEA 2010” attraverso una classificazione a tre livelli (adempienza, adempienza con impegno, critica).

La lettura del documento consente una immediata e facile panoramica del livello di assistenza erogata dalle regioni italiane permettendo di individuare per le singole realtà regionali quelle aree di criticità in cui si ritiene compromessa un’adeguata erogazione dei livelli essenziali di assistenza, ma anche di evidenziare i punti di forza della stessa erogazione. Si presenta quindi come un adeguato strumento di supporto e di ausilio nelle attività di promozione e tutela della salute e nella valutazione degli interventi attuati in ambito sanitario a disposizione delle istituzioni politiche e programmatorie sia a livello nazionale che regionale e locale per interventi puntuali e per decisioni di maggiore intensità.