Il servizio di tutela era un regime transitorio, introdotto nel 2007, che garantiva ai clienti domestici e alle piccole imprese di gas e di energia elettrica delle condizioni economiche e contrattuali stabilite dall’Arera, con tariffe regolate e aggiornate trimestralmente. Il servizio di tutela era gestito da operatori designati, come Enel Servizio Elettrico per l’energia elettrica e vari distributori locali per il gas.

Il servizio di tutela era destinato a cessare con la completa liberalizzazione del mercato, che avrebbe consentito ai consumatori di scegliere liberamente il proprio fornitore tra le diverse offerte presenti sul mercato. Tuttavia, il processo di liberalizzazione è stato più lento del previsto, a causa della scarsa informazione e della poca propensione al cambiamento da parte dei consumatori. Infatti, secondo i dati dell’Arera, alla fine del 2023, circa il 60% dei clienti domestici di gas e il 40% di quelli di energia elettrica erano ancora in regime di tutela.

L’incontro informativo con Anap e Confartigianato Prato

Per orientarsi nel mercato libero, l’Anap e Confartigianato Prato organizzano per la giornata di oggi, un incontro informativo per i propri associati. L’incontro avverrà a partire dalle ore 15, nella sede di Maliseti in via Dino Saccenti 19-21.

Un’opportunità per mostrare l’evoluzione del mercato e su come orientarsi oggi, tra le numerose offerte. Sarà anche l’occasione per illustrare l’esperienza nel mercato libero di Multienergia, il consorzio di Confartigianato.

Tra i presenti il Responsabile Energia di Confartigianato Imprese Prato, Stefano Chini e la direttrice di Multienergia, Sara Rastelli.

Image by Drazen Zigic on Freepik

tutela del consumatore e mercato libero con Anap e Confartigianato Prato
Condividi l’articolo