Ancora una volta oltre 1000 artigiani provenienti da ogni angolo dell’Alto Adige non hanno voluto mancare il sentito appuntamento con l’annuale Incontro degli Artigiani Anziani. L’evento, ospitato per l’occasione dal paese di Senale-San Felice, si è trasformato in una splendida giornata da trascorrere insieme. Come da tradizione non sono mancati i riconoscimenti per i partecipanti più anziani. All’importante evento ha preso parte anche il presidente nazionale ANAP Giampaolo Palazzi.

“Ogni anno organizziamo questa festa con la volontà di ringraziarvi per il vostro instancabile impegno pluriennale in favore dell’artigianato e dell’economia locale – ha affermato durante il proprio saluto il presidente di lvh.apa Confartigianato Gert Lanz. A seguire l’intervento del presidente degli Artigiani Anziani Johann Zöggeler, il quale ha voluto ribadire il ruolo degli Artigiani Anziani: “In associazione, nelle famiglie ed in azienda noi artigiani anziani siamo dei consiglieri preziosi: siamo stati dei pionieri ed oggi rappresentiamo un importante punto di riferimento per le generazioni più giovani.”

Dopo i tradizionali saluti di benvenuto, gli oltre 1000 artigiani intervenuti sono stati accolti da un piccolo brindisi e da un apprezzato accompagnamento musicale.

Abbracciati da una splendida giornata estiva i protagonisti dell’evento si sono quindi riuniti per la Santa Messa, salvo poi marciare compatti verso la piazza in cui è andata in scena la festa vera e propria: una location molto apprezzata e curata alla perfezione grazie all’impeccabile organizzazione del comitato guidato dal presidente circondariale di lvh.apa Matthias Piazzi e dal presidente comunale Thomas Weiss. Al tradizionale appuntamento erano presenti diversi ospiti d’eccezione: oltre a numerosi gruppi di artigiani anziani provenienti dal Nord Italia, all’evento non ha voluto mancare anche il presidente nazionale ANAP Giampaolo Palazzi, arrivato direttamente da Roma per festeggiare con i colleghi altoatesini. Nel corso della celebrazione è stato riservato il tradizionale spazio alla premiazione delle artigiane e degli artigiani più anziani intervenuti a Senale-San Felice.

Per quanto riguarda le donne, a ricevere l’applauso più fragoroso è stata Marianna Schönegger, sarta 92enne di Monguelfo. A meritare l’ambito riconoscimento per il proprio pluriennale impegno nell’artigianato sono state anche l’acconciatrice di Ora Marianna Degasperi e la fiorista di Terlano Cäcilia Vill, entrambe presenti alla festa con i propri 89 anni di età. Grande entusiasmo anche per il falegname di San Candido Kandidus Schraffl: nato nel 1920, con i suoi 96 anni l’artigiano ha saputo confermarsi anche quest’anno anche il più anziano. Come secondo nella speciale classifica è stato chiamato sul palco il 95enne acconciatore di Lana Karl Weiss, mentre a condividere la 3a piazza con i propri 94 anni sono stati il falegname di La Valle Paolo Complojer ed il magliaio di Villabassa Albert Kühbacher. Un’edizione di grande successo è andata di lì a poco in archivio, ma non prima di un cruciale passaggio di consegne: gli organizzatori di Senale-San Felice hanno infatti consegnato il vessillo degli Artigiani Anziani ai colleghi di Curon Venosta, pronti ad ospitare l’edizione 2017 dell’evento.

Condividi l’articolo