Il 2 aprile scorso ha avuto luogo la IX edizione della Giornata dell’Alzheimer organizzata dall’Anap-Confartigianato con lo scopo di diffondere una cultura di prevenzione soprattutto nelle fasce sociali oltre i 65 anni di età.

Allestito, per la circostanza, un gazebo nella centralissima via Sparano, nell’area antistante la chiesa di San Ferdinando particolarmente frequentata dal pubblico fra cui tantissimi hanno voluto sottoporsi al test conoscitivo compilato con l’ausilio del personale medico diretto dal prof. Carlo Sabbà, primario della sezione unità operativa complessa di geriatria e malattie rare del Policlinico di Bari.

Utile e competente l’assistenza dei medici Dott.ssa Michela Capurso e Dott. Tommaso Mastrofilippo del suddetto Policlinico e, molto apprezzata la collaborazione delle Dott.sse Alessia Laforgia  e Claudia Fiorentino  che collaborano con l’Associazione Alzheimer di Bari presieduta dal Dott. Pietro Schino
Intervenuti, fra gli altri, i dirigenti dell’Anap Sabino VavalloGaetano AttivissimoBenito Loconte e Vito Michele Cascarano nonché il direttore provinciale di Confartigianato Mario Laforgia e le collaboratrici Maria MallardiVito Serini e Maria Antonietta Rossi.

Nella giornata precedente, conferenza-stampa e dibattito sullo specifico tema nella sala-giunta del Comune di Bari con la partecipazione del presidente provinciale di Confartigianato Francesco Sgherza, dell’assessore al welfare Francesca Bottalico e della presidente del 1° Municipio Micaela Paparella.
Interessanti e molto seguite dai presenti le spiegazioni sull’evoluzione della patologia, sui possibili rimedi per prevenirla e per contenerne gli effetti, fornite dalla psicologa Claudia Lograno e dal segretario dell’Associazione Alzheimer di Bari Giampaolo D’Auria.

L’adesione ai programmi dell’Associazione Alzheimer è uno dei punti dell’agenda che l’Anap ha in animo di portare a compimento nell’interesse degli associati e per contribuire con le istituzioni pubbliche e private a far conoscere le regoli fondamentali di ogni prevenzione in campo sanitario.

Condividi l’articolo