Home

Sulla Gazzetta Ufficiale n.199 del 28 agosto 2018 è stato approvato Il nuovo decreto sull’assistenza ai celiaci. E’ stato confermato il diritto all’erogazione gratuita degli alimenti, sebbene con una riduzione media dei tetti di spesa del 19%. Inoltre è stato revisionato anche il Registro Nazionale degli alimenti senza glutine erogabili, che garantisce ancora gli alimenti definiti “ad alto contenuto di servizio“, come piatti pronti e preparati, che consentono anche ai celiaci di aderire ai prevalenti stili di vita. Tabella riassuntiva dei nuovi tetti di spesa
Nuovi tetti di spesa mensili
Maschi Femmine Fasce di età
56 € 6 mesi – 5 anni
70 € 6 – 9 anni
100 € 90 € 10 – 13 anni
124 € 99 € 14 – 17 anni
110 € 90 € 18 – 59
89 € 75 € >60
Celiaci – Le forme di assistenza in Europa L’erogazione gratuita degli alimenti senza glutine resta una “eccellenza” tra le forme di assistenza del panorama internazionale: in Europa ci sono paesi che non prevedono alcun sostegno alla terapia (SpagnaIrlanda e Austria), altri che garantiscono pochi alimenti essenziali (10Kg/mese di farina in Croazia, 5kg/mese di farina in Serbia), altri ancora riconoscono un sostegno economico (46€ in Francia, 38€ in Belgio, più elevato in Danimarca e Norvegia) oppure consentono di detrarre dalle imposte parte dei costi sostenuti (ad esempio RussiaGermaniaOlanda e Portogallo) oppure prevedono il pagamento di un ticket per la terapia dei celiaci (UK).
Condividi l’articolo
Celiaci le novità del nuovo decreto