Anap Confartigianato – Le notizie

Le novità nella Legge di Bilancio 2021 per famiglie e welfare

Le novità sulla Legge di Bilancio 2021 per le famiglie e sul Welfare nello specifico sulla sanità le pensioni e agevolazioni per le famiglie con figli a carico.

La legge di Bilancio 2021, che è stata approvata dal Parlamento proprio allo spirare dell’anno 2020 ed è entrata in vigore il 1° gennaio 2021 dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, contiene numerose misure in materia di welfare e di sostegno alle famiglie, che andremo qui a riassumere.

Sanità 

  • La dotazione del Fondo Sanitario Nazionale viene aumentata di 1 miliardo, arrivando a circa 121 miliardi di euro per il 2021.
  • Con uno stanziamento di 650 milioni viene prevista l’assunzione di 3.000 medici e 12.000 infermieri per dare attuazione al piano vaccini. Sono inoltre confermate per il 2021 le misure adottate per l’anno 2020 sull’assunzione di medici e infermieri a tempo determinato.
  • Viene prevista una indennità per i medici e infermieri per complessivi 850 milioni circa all’anno a regime (di cui circa 500 milioni per i medici e fino a 335 milioni l’anno per gli infermieri, da riconoscere dal primo gennaio 2021).
  • Vengono stanziati 400 milioni per il 2021 per il Fondo per l’acquisto dei vaccini e dei farmaci anti-Covid. Viene cancellata l’Iva sui vaccini anti-Covid, così come su tamponi e test.
  • Stanziati ulteriori 70 milioni di euro per il 2021, dopo i 30 milioni di euro del 2020, per il potenziamento delle diagnosi con tamponi antigenici rapidi da parte dei medici di medicina generale e dei pediatri.
  • Stanziati 100 milioni per il 2021 (2 miliardi in 15 anni) per la ristrutturazione edilizia sanitaria e l’ammodernamento tecnologico.
  • Stanziati 537 milioni complessivi dal 2021 al 2022 per i contratti di formazione specialistica dei medici specializzandi. 

Pensioni

  • Via libera alla nona salvaguardia che permetterà il pensionamento degli ultimi 2.400 esodati della Legge Fornero.
  • Confermata la proroga all’Ape sociale fino al 31 dicembre 2021.
  • Prorogata per un altro anno anche la possibilità di accedere alla pensione con l’opzione donna: la possibilità di accesso è allargata, sempre in presenza di 35 anni di contributi, alle lavoratrici dipendenti nate nel 1962 e alle lavoratrici autonome nate nel 1961.
  • Pensione di cittadinanza: per i titolari di altre prestazioni pensionistiche erogate dall’INPS, l’importo della pensione di cittadinanza riconosciuto sarà erogato insieme alla prestazione ordinaria, per la quota parte di propria spettanza. Non più quindi tramite una PostePay dedicata, ma in aggiunta all’assegno ordinario riconosciuto dall’INPS.

Agevolazioni per le famiglie con figli

  • Viene confermato l’assegno di natalità per il 2021 e la durata del congedo di paternità viene portata a 10 giorni.
  • Più asili nido con l’incremento delle risorse del Fondo di solidarietà comunale, con 100 milioni stanziati dal 2022 a crescere fino a 300 milioni annui a regime.
  • Dal 1° luglio è previsto per lavoratori dipendenti, lavoratori autonomi e liberi professionisti un assegno unico ed universale per i figli minori di 21 anni. L’assegno prevede un aumento dell’importo mensile spettante dal terzo figlio in poi e in presenza di figli con disabilità.
  • Si prevede un beneficio mensile fino a 500 euro per le mamme disoccupate o monoreddito con figli disabili. Per ottenere il beneficio è necessario che il figlio disabile abbia invalidità certificata almeno al 60% ed è necessario che il nucleo familiare sia monoparentale.
  • Prorogato anche per il 2021 il bonus bebè che viene corrisposto per i nuovi nati o adottati tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2021. L’importo resta invariato, tra 80 e 160 euro mensili in base all’ISEE del nucleo familiare.
  • Riconfermato anche per il 2021 il bonus asilo nido che prevede un importo variabile, in base all’ISEE, da 1.500 a 3.000 euro per le famiglie che sostengono la spesa dell’asilo nido per i figli.
  • Il premio alla nascita o bonus mamma è riconfermato anche per il 2021 ma potrà essere richiesto soltanto fino al 30 giugno 2021, dopodiché andrà in scadenza e sarà assorbito dall’assegno unico per i figli.

Interventi di Welfare e Sociali

  • Viene rifinanziato il Fondo indigenti con 40 milioni di euro per il 2021 per la distribuzione di derrate alimentari, dopo i 300 milioni stanziati nel 2020.
  • Con una dotazione di 25 milioni di euro l’anno per il triennio 2021-23, viene istituito un fondo per il riconoscimento del valore sociale ed economico dell’attività di cura non professionale del caregiver familiare. Questa misura si inquadra in un sistema di agevolazione fiscale per consentire la totale deduzione delle spese sostenute per il lavoro di cura.
  • Aumentate le risorse del fondo di solidarietà comunale per il miglioramento dei servizi nel sociale: 217 milioni nel 2021, a crescere fino a 650 mln annui a regime dal 2030.
  • Servizio civile per i giovani: stanziati 200 milioni per il 2021.
  • Al fine di migliorare la protezione sociale delle persone affette da demenza e di garantire la diagnosi precoce e la presa in carico tempestiva delle persone affette da malattia di Alzheimer, è istituito un fondo, denominato Fondo per l’Alzheimer e le demenze, con una dotazione di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023.

Misure Varie

  • Riconfermato anche nel 2021 il bonus che prevede un contributo di 50 euro per agevolare il passaggio al nuovo digitale terrestre che sarà completato entro la metà del 2022. Esso permette alle famiglie con Isee fino a 20mila euro di sostituire l’apparecchio televisivo o, in alternativa, dotarsi di un decoder con nuova tecnologia.
  • Ristrutturazioni edilizie: proroga fino al 31 dicembre 2021 degli incentivi per la riqualificazione energetica, la ristrutturazione edilizia, l’acquisto di mobili ed elettrodomestici a basso consumo (680 milioni nel 2022 e 1,2 miliardi nel 2023) e per il Bonus Verde. Il tetto per il Bonus mobili sale da 10.000 a 16.000 euro.
  • Il Superbonus al 110% viene esteso fino al 30 giugno 2022 e prorogato al 31 dicembre 2022 per completare i lavori iniziati prima del 30 giugno e per i quali è stato versato il 60% delle somme. Viene esteso agli interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche.
  • Bonus auto: per favorire la ripresa del mercato automotive e rinnovare il parco auto circolante vengono prorogati con 420 milioni nel 2021 gli incentivi per gli acquisti di veicoli ibridi o elettrici, anche euro 6 di ultima generazione, con rottamazione di auto con almeno 10 anni di vita.

Photo by Marco Oriolesi on Unsplash

Le novità nella Legge di Bilancio 2021 per famiglie e welfare