Prosegue il percorso di informazione e sensibilizzazione contro le truffe agli anziani con la campagna nazionale Più Sicuri Insieme. A Viterbo, una rete solidale tra ANAP Confartigianato, Comune, Questura e forze dell’ordine, per sensibilizzare la popolazione sui rischi delle truffe e su come prevenirle.

Più Sicuri Insiemela campagna nazionale promossa dall’Associazione Anziani e Pensionati di Confartigianato, assieme al Ministero dell’Interno, vuole promuovere attraverso iniziative e convegni, la sensibilizzazione e la corretta informazione per proteggersi da furti e raggiri.

Spesso le fasce più deboli, vengono colpite da numerose varianti di raggiri, anche online. Occorre quindi informare tutti, sui possibili pericoli e su cosa fare in caso di furto. L’ANAP Confartigianato che porta avanti la sua Campagna Nazionale da diversi anni, ha realizzato un vademecum ricco di informazioni utili e semplici da seguire.

Uno dei messaggi che vuole passare la campagna “Più Sicuri Insieme” è proprio quello di non vergognarsi in caso di furto. Occorre denunciare alle forze dell’ordine, per poter arginare il più possibile il triste fenomeno ai danni degli anziani.

Alcuni semplici consigli

La polizia di stato, consiglia sempre di:

  • Non aprire email e link sospetti: spesso nascondono virus che possono portare a gravi danni economici e non solo;
  • non fidatevi del solito fantomatico personale sanitario o di compagnie elettriche e telefoniche che si presentano a casa vostra o sotto casa.
  • non fate entrare gente estranea a casa vostra, specialmente se tentano di offrirvi acquisti o servizi di vario genere;
  • verificate sempre con amici e parenti, prima di dare retta agli sconosciuti;
  • non credete a telefonate dove si spacciano per amici o parenti che vi chiedono soldi per incidenti o operazioni che riguardano vostri congiunti;
  • in ogni caso chiamate il 112 ogni volta che notate qualcosa di sospetto.
Condividi l’articolo