Un momento di festa e di condivisione per Anap Lecco, l’Associazione Anziani e Pensionati Confartigianato della provincia di Lecco. Domenica 10 dicembre si è svolto il tradizionale pranzo di fine anno presso il ristorante La Piazzetta di Erba, che ha visto la partecipazione di oltre 200 persone tra soci, familiari e ospiti.

Gli onori di casa

A fare gli onori di casa è stato Giovanni Mazzoleni, presidente di Anap Lecco, che ha accolto con calore i presenti e ha ringraziato tutti per la loro fedeltà e il loro impegno nell’associazione. Mazzoleni ha sottolineato l’importanza di Anap Lecco come punto di riferimento per i pensionati del settore artigiano e piccolo imprenditoriale, che possono trovare in essa servizi, assistenza, informazione e aggregazione.

Tra i tanti ospiti, il presidente nazionale Anap Guido Celaschi, Giampaolo Palazzi del Comitato di Presidenza e il segretario nazionale Anap Fabio Menicacci. Celaschi ha portato il saluto e l’augurio dal nazionale, esprimendo apprezzamento per l’attività di Anap Lecco e per la sua capacità di coinvolgere i soci e di rappresentanza.

La presenza di Confartigianato Imprese Lecco

A rappresentare invece Confartigianato Imprese Lecco, la presidente Ilaria Bonacina e del segretario Matilde Petracca. Bonacina ha portato il saluto e il sostegno di Confartigianato Imprese Lecco, sottolineando il legame storico e il rapporto di collaborazione tra le due associazioni. Ha inoltre evidenziato il ruolo fondamentale degli artigiani e delle piccole imprese nel tessuto economico e sociale del territorio, e la necessità di valorizzare le loro competenze e la loro esperienza.

Un pranzo all’insegna dell’allegria

Non sono mancati, tra una portata e l’altra, gli interventi dei vertici e l’estrazione della lotteria, che ha distribuito numerosi premi ai fortunati vincitori. Il clima è stato quello di una grande famiglia, in cui si è respirata un’atmosfera di amicizia, di solidarietà e di divertimento. A chiudere l’allegro momento conviviale è stato il brindisi con lo scambio di auguri per le prossime festività natalizie e per il nuovo anno.

Condividi l’articolo